Quali sono i principi guida per fidelizzare i tuoi follower su Instagram?

Un ruolo di sempre maggior rilevanza nelle spinte decisionali è rivestito dai social network. Diventa
fondamentale quindi trovare la giusta formula per creare contenuti rilevanti, in grado di attirare interesse
verso il progetto e reindirizzare gli utenti senza dover fare investimenti economici.
Partiamo dal social che ha registrato la maggiore crescita d’iscritti nell’ultimo anno: Instagram. Oltre 1
miliardo di account attivi al mese e più di 500 milioni di utenti attivi ogni giorno a livello globale e almeno
11 milioni gli utenti quotidianamente attivi solo in Italia, dove le Instagram Stories registrano circa 14
milioni di consensi (quindi il 75% degli utenti attivi).
Gli utilizzatori italiani sono equamente distribuiti per genere, le donne sono il 51% mentre gli uomini il 49%.
La maggior parte di chi ne fa uso ha meno di 35 anni (59%); la crescita maggiore è però stata registrata nella
fascia tra i 46 e i 55 anni (+69%) e in quella tra 36 e i 45 anni (+42%). Seppur esigua in termini assoluti, la
percentuale degli utenti over 55 è cresciuta del 97%.

Come dunque rendere efficace la tua presenza su Instagram?
Innanzitutto la solita ammonizione – per avere un profilo coerente e in grado di veicolare il giusto
messaggio è importante seguire uno stile ben preciso che rispecchi quello degli altri canali di marketing
utilizzati. Tenendo presente questo, vediamo nello specifico come coglierne tutte le opportunità.
Pubblicare foto e video accattivanti non è sufficiente, specie se fatto in modo casuale, al contrario è
necessario:

  1. Definire chiaramente obiettivi e strategia
  2. Stabilire un timing di pubblicazione
  3. Creare un legame con i followers
  4. Avere una coerenza di stile
    Queste direttive aiuteranno a raggiungere in maniera focalizzata il pubblico di riferimento, di accrescerne
    l’interesse e, parallelamente, consolidare la brand awareness del vostro progetto.
    Avere le idee ben chiare sull’apporto che ogni mezzo debba avere nella finalizzazione della nostra
    campagna farà sì che i contenuti prodotti potranno essere focalizzati sul raggiungimento di uno specifico
    obiettivo e di conseguenza i nostri post saranno più coerenti agli occhi dei follower.
    Contestualmente definirete meglio a quale pubblico indirizzarvi.
    Per capire se si sta raggiungendo il pubblico in target è indispensabile analizzare gli Insight del profilo, uno
    strumento molto più alla portata di quanto si possa pensare. È una funzione collegata esclusivamente agli
    account aziendali, ma switchare il profilo su questa modalità è davvero semplice:
    Dalla sezione del profilo, cliccare sul simbolo della ruota dentata o delle tre linee verticali (dipende dal
    sistema operativo) per aprire il menù e selezionare da impostazioni l’opzione profilo aziendale.
    Una volta eseguita questa operazione basterà accedere al proprio account per poter consultare tutte le
    statistiche relative a singoli post, storie di Instagram o sponsorizzazioni. Potrete così dedurre le abitudini dei
    follower e adeguare le vostre azioni, come ad esempio gli orari di pubblicazione.
    A questo punto, gestendo al meglio le funzioni per un account aziendale, è possibile attuare la strategia che
    si è definita. Per cominciare aiuterà guardare al profilo Instagram come ad una homepage.
    Sfruttare al massimo gli elementi disponibili equivale a creare un perfetto biglietto da visita. Abbiamo la
    possibilità di pubblicare alcune informazioni di presentazione e di inserire link verso canali esterni, quindi
    inviare traffico verso la piattaforma di crowdfunding.

Vediamo come ottimizzare i singoli
elementi.
 La biografia/descrizione
La descrizione deve essere strettamente
legata al vostro progetto, non solo
spiegando di cosa ti occupi, ma veicolando
la tua storia, i tuoi valori e “la tua offerta”
nel breve spazio messo a disposizione. Oltre a questo, prendendo spunto dai grandi brand, potreste inserire
uno slogan o un hashtag.
 L’immagine del profilo
Vi consigliamo di scegliere la stessa utilizzata per la campagna, onde non confondere i vostri supporters e
indirizzare al meglio i nuovi followers.
 I link
A differenza di altri social network, Instagram non permette di aggiungere link ai post. L’unica parte in cui è
possibile aggiungere link è tra le informazioni personali del profilo, per cui, come già detto, non
dimenticatevi di reindirizzare alla campagna!!!

Su questa struttura dobbiamo ora innestare i contenuti.
L’importante è creare contenuti che siano in grado di interessare e coinvolgere: dietro le quinte, user
generated content (tramite ricondivisione), contenuti di presentazione del team o, se avete un prototipo,
dimostrazioni di prodotto. Prima di pensare all’aspetto visuale è utile definire una visione di insieme sul
messaggio che vuoi veicolare così sarà più facile strutturare il post nei vari aspetti.
In primis la Caption, letteralmente la didascalia alle vostre immagini. Avrete ovviamente uno spazio
limitato, ma più che adeguato per una descrizione: vi consigliamo di non limitarvi a una serie di hashtag-
oltre che anti-estetico appare anche poco professionale -potreste inserire un breve titolo accattivante o
porre domande agli utenti. Le possibilità sono infinite, l’importante è assicurarsi sempre di mantenere una
certa coerenza di stile.
Gli Hashtag su Instagram sono la chiave per scoprire nuovi contenuti e account da seguire. Non cadete nel
facile errore di considerarli semplicemente un trend, perché utilizzare i giusti hashtag può significare la
differenza. Alla base vi è un meccanismo strutturato che, attraverso collegamenti ipertestuali, consente di
navigare per “argomenti di interesse”. Individuare i concetti specifici del settore evitando quelli troppo
generici (dove la concorrenza è enorme) permette di raggiungere follower mirati. Per evitare troppi
hashtag nella caption, si può inserirli nei commenti, in ogni caso il limite massimo è di 30.
La frequenza di pubblicazione aiuta a fidelizzare la community. Cercate di garantire almeno un contenuto
al giorno più o meno alla stessa ora, la routine incontra le aspettative degli utenti e genera fiducia
alimentando le loro esigenze. Per farlo dovrete programmare in anticipo un piano editoriale che preveda un
mix di video e foto; non è uno sforzo da poco, ma potrete sfruttare questi contenuti condividendoli anche
su Facebook. Purtroppo Instagram al momento non permette di programmare i post direttamente al suo
interno, per farlo possono però essere utilizzati software integrativi in modo da poter sempre pubblicare i
vostri contenuti negli orari in cui avete capito la vostra community è più attiva.
Infine un valido strumento engagement sono le Storie, la cui popolarità è in costante ascesa. Domande,
sondaggi, GIF, nuovi adesivi e funzioni ad hoc hanno dimostrato di essere un modo davvero creativo e
personale per incoraggiare le persone a interagire. In generale comunque è consigliabile sfruttare tutti i
contenuti generati dalla propria community, rispondere sempre ai commenti e incentivare alla
condivisione.
Infine l’assioma di fondo: postate solo contenuti di qualità! Nel visual più che mai ci aspettiamo alti
standard che non possono essere disattesi. Ricordate che dovete conquistare la fiducia delle persone, solo
così potrete raggiungere il vostro scopo.


https://www.google.com/url?q=https://www.amazon.it/Samsung-Videocamera-Risoluzione-Espandibile-Versione/dp/B071L1JGNJ/ref%3Dsr_1_4%3Fie%3DUTF8%26amp%3Bqid%3D1549271679%26amp%3Bsr%3D8-4%26amp%3Bkeywords%3Dfotocamera%2Bcompatta%2Bsocial&ust=1552915620000000&usg=AFQjCNHkwBhF5DHt1qXOZX2Y_BJm38zy8w&hl=it