I 5 elementi base di una campagna di Crowdfunding

Abbiamo visto come fondamentale per il successo di una campagna sia rendere il progetto davvero condivisibile, ma è chiaro che alla base debba esserci un’idea valida e una buona struttura. Nella costruzione bisogna valutare con pedanteria tutti gli aspetti al fine di raccontare, rappresentare, veicolare e trasporre al meglio il messaggio.
Esaminiamo dunque come elaborare un perfetto planning.

  1. L’elemento chiave è sicuramente il Video di Presentazione che ha l’obiettivo di spiegare il vostro progetto, da quali istanze nasce e perché avete deciso di realizzarlo.
    Consigliamo decisamente una durata massima di 3 minuti, ma più conciso ed efficace sarà più verrà condiviso e visualizzato nella sua interezza.
    Dovrà essere esaustivo e mantenere un buon ritmo, in modo da catturare e mantenere viva l’attenzione ma anche avere una buona qualità, in modo da distinguersi dalla moltitudine di contenuti divulgati autonomamente. Dare l’impressione di qualcosa di casereccio non depone al meglio, avendone la possibilità quindi meglio farsi aiutare in fase di ripresa e utilizzare una camera HD invece che il proprio smartphone, soprattutto per un’ottimale presa audio. Le soluzioni sono molteplici e non è necessario puntare al top di gamma per avere buoni risultati.
    https://www.amazon.it/Videocamera-fotocamera-funzione-notturna-
    infrarossi/dp/B07H64XB3C/ref=sr_1_4ie=UTF8&qid=1548010602&sr=8-
    4&keywords=fotocamera+video+full+hd

Girate in 16:9 e con una buona risoluzione, in modo da non avere problemi in fase di importazione sulle piattaforme. Bisogna prestare attenzione all’illuminazione e alla location, devono risultare funzionali al vostro racconto e avere attinenza con il progetto. Prediligete una scenografia pulita, non caotica, possibilmente non in esterna.
Ovviamente curare la post-produzione gioverà a vostro favore, rendendo il video più vario e meno noioso. Non bisogna essere dei professionisti, ci sono molti software a portata di neofiti che permettono poi di
esportare il video nei formati più comuni.
Per il contenuto una tattica vincente è quella di esporsi in prima persona: metterci la faccia sia che sia un piano singolo che di gruppo, la gente infatti vuole vedere a chi sta per dare il proprio sostegno, ma non dilungarsi sulla propria storia personale perché il focus è sempre il progetto. Bisogna trasmettere la passione per quello che si vuole realizzare e siccome per farlo si ha bisogno del supporto altrui è importante dimostrare al contempo umiltà, entusiasmo e determinazione. Ringraziare coloro cui ci si sta
rivolgendo è sicuramente un approccio che ripaga.
Dopo aver girato il video magari si avranno le idee più chiare sulla scelta del titolo.

  1. Il Titolo è un elemento estremamente importante che comparirà in tutti i canali di promozione e non
    potrà essere modificato: vedetelo come l’insegna neon del vostro progetto, in grado di richiamare
    immediatamente l’attenzione.
    Le caratteristiche essenziali sono brevità, coerenza e originalità; in ottica social se si presta a diventare un
    hashtag ancora meglio.
  2. C’è poi il Testo di Presentazione che descrive brevemente il progetto che presentate. Dovrete riuscire
    a raccontare in maniera chiara ma non banale quello che volete realizzare e a trasmettere le
    motivazioni che vi spingono a mettervi in gioco. Siate creativi e ancora una volta sottolineate
    l’importanza dell’apporto dei sostenitori, senza cui il progetto non vedrebbe la luce.
  3. La Call to Action (CTA): letteralmente la Chiamata all’azione, nel nostro caso corrisponde alla richiesta
    di finanziamento e solitamente viene veicolata direttamente dalla piattaforma su un pulsante ad hoc.
    Nello scenario delle possibilità coerenti non ci sono messaggi più giusti di altri da utilizzare, la scelta
    migliore è quella che interpreta meglio il vostro stile.
    Esempi comuni sono:
     SOSTIENI E CONDIVIDI
     PARTECIPA
     CONTRIBUISCI
     RENDI POSSIBILE
     DIVENTA PRODUTTORE
  4. Infine il caricamento Immagini.
    Solitamente l’immagine di presentazione è un frame\miniatura del video e questa diventerà l’avatar
    di presentazione del progetto. Dovrà quindi essere selezionata con cura prediligendo un fotogramma
    ben illuminato con un primo piano o un’immagine in evidenza.
    Se si ritiene si può anche scegliere un’immagine diversa e creare una piccola gallery a supporto della
  5. presentazione, ma solo se si ha materiale fotografico valido e di buona qualità in modo da aggiungere
  6. qualcosa di significativo al vostro racconto.
  7. Ora che avete le idee più chiare sul materiale da produrre non vi resta che caricare il vostro progetto su
  8. Magic Media. Vi aspettiamo!